foto1
foto1
foto1
foto1
foto1

Liturgia della Parola

a cura di Padre Francesco Sansone

Le-Sacre-Ceneri.jpg - 43.32 KBSignore,
ecco le nostre fronti segnate dalle ceneri, come stipiti delle porte di coloro che tu stavi per liberare dall'Egitto. Ecco i nostri cuori segnati dalle ceneri, quelle delle nostre colpe bruciate dal fuoco del tuo amore. Ecco le nostre mani segnate dalle ceneri, quelle delle nostre violenze distrutte dalla tua tenerezza. Ecco i nostri piedi segnati dalle ceneri, quelle dei falsi idoli dissolti al roveto ardente della Verità. I cammini dove tu ci inviti a seguirti sono, anch'essi, segnati dalle ceneri, non come segno di tristezza, ma come pegno di purezza. La tua colonna di fuoco ha bruciato le spine: le ceneri renderanno fertile il terreno pietroso delle nostre aride vite. Così segnati dalle ceneri eccoci, Signore, pronti a seguirti sulla via ardente che conduce alla Vita. Lì, noi vogliamo bruciare le sovrastrutture inutili, le parole vane, i gesti di rifiuto. Alla chiamata della tua bruciante Parola, noi presenteremo i nostri cuori e ci convertiremo al Vangelo.