foto1
foto1
foto1
foto1
foto1

Liturgia della Parola

a cura di Padre Francesco Sansone

domenica-delle-palme-2-jpg.jpg - 49.05 KB

Con la Domenica delle Palme e della Passione del Signore, si apre la settimana Santa, che celebra il cuore e il culmine dei misteri della nostra salvezza. La liturgia ci presenta due momenti della conclusione della vita terrena di Cristo: il suo ingresso trionfale a Gerusalemme e la sua Passione. Il primo vede Gesù entrare in Gerusalemme accolto ed acclamato da una folla osannante; il secondo lo vede subire ogni sorta di umiliazione e di sofferenza fisica fino alla sua morte in croce. Accompagniamo Gesù che entra per l’ultima volta nella sua città. Stiamo accanto a Lui sia nel momento in cui è acclamato re dalla folla osannante, sia nel momento in cui il mistero di Cristo si confonde col dolore e con la morte.      

C'ERI PURE TU TRA LA FOLLA, a gridare "Osanna" al maestro Gesù quando entrava su un asinello tra palme e olivi nella città santa? Perché allora l'hai lasciato solo quando in piazza tanti scalmanati han gridato: "Crocifiggilo"?  Eri tu presente nella sinagoga quando un uomo paralitico fu trasportato a braccia da Gesù, che l'ha rinviato a casa risanato? Perché allora non sei corso anche tu in piazza, quando tanti scalmanati han gridato a Pilato: "Donaci Barabba"? Non eri tu fra i discepoli nel cui cuore Gesù ha letto il tradimento e a cui il Signore ha lavato i piedi, mentre gli giuravi eterna fedeltà? Perché allora non sei salito pure tu sul Gòlgota, aiutandolo a portare il legno caricandoti il peccato del mondo?