foto1
foto1
foto1
foto1
foto1

Liturgia della Parola

a cura di Padre Francesco Sansone

LITURGIA DELLA PAROLA SANTISSIMA TRINITA’

Preghiera iniziale: Spirito di Verità Tu ci rendi figli e figlie di Dio, così che ci possiamo accostare con fiducia al Padre. Padre, ci rivolgiamo a Te con un cuor solo e un’anima sola e ti chiediamo: Manda il tuo Santo Spirito! Manda il tuo Spirito sulla Chiesa. Ogni cristiano cresca, in sintonia con l’Amore di Cristo, nell’amore per Dio e per i fratelli. O Padre rinnova la nostra fiducia nel Regno che Gesù è venuto ad annunciare e incarnare sulla terra. Non permettere che ci lasciamo dominare dalla delusione e vincere dalla stanchezza. Le nostre comunità cristiane, siano lievito che fa crescere nella società la Giustizia,la Pace, il Perdono. Amen

 

Il Mistero di Dio è Mistero ineffabile,indescrivibile, davanti al quale le parole mancano. Possiamo solo balbettare qualcosa della realtà di Dio: Uno in Tre Persone. Possiamo, però, farne esperienza nella nostra vita. Esperienza concreta del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo ed educarci a saper scorgere il loro passaggio nella realtà di ogni giorno. Mistero che abita i cieli e che condivide la nostra storia. Mistero che avviciniamo nella preghiera, luogo di incontro tra la nostra realtà creata ed il nostro Creatore. Accogliamo nella nostra vita il mistero di Dio-Trinità per essere partecipi della Comunione d’Amore del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.

Prima lettura Dt 4,32-34.39-40 Salmo 32

Seconda lettura Rm 8,14-17 Vangelo Mt 28,16-20



DOMANDE PER AIUTARE LA RIFLESSIONE:

  1. Sappi dunque oggi e medita bene nel tuo cuore che il Signore è Dio lassù nei cieli e quaggiù sulla terra: Non ve n’è altro” .Quali pensieri, sentimenti suscita in te, questa Parola?

  2. Voi non avete ricevuto uno Spirito da schiavi per ricadere nella paura. .” Chi è dominato dalla paura,dice s. Paolo,non ha in se lo Spirito di Dio. Quale Spirito guida le tue scelte?

  3. Quando lo videro, si prostrarono. Essi però dubitarono”. Perchè gli apostoli dubitano? Di cosa sono ancora diffidenti?

  4. La festa della Santissima Trinità parla di un Dio che è Comunione,Relazione.Cos’è x te una Relazione? Com’è il tuo rapporto con Dio,con gli altri?

Invocazioni spontanee . . . . Padre nostro . . . .

ORAZIONE FINALE

Signore, aiutaci a fidarci della tua Provvidenza. Guardando a ciò che siamo e a ciò che abbiamo, fa’ che ci sentiamo dei privilegiati, appagati e pieni di gratitudine. Fa’, o Signore, che arriviamo a comprendere che nel tuo amore c’è tutto ciò di cui abbiamo bisogno per vivere felici. A noi, che desideriamo possedere sempre di più, fa’ comprendere che il tuo amore è la ricchezza più grande che possiamo avere e che il sentirci amati da Te è il tesoro più prezioso che possiamo desiderare. Donaci di capire che non serve essere invidiosi di chi ha più di noi, non serve essere tristi se agli altri le cose vanno meglio che a noi. Se noi abbiamo Te, se Tu sei con noi, noi abbiamo Tutto. E questo ci deve bastare e… avanzare, perché, Tu, Signore, sei il massimo che noi possiamo avere! Tu sei il nostro bisogno appagato,il nostro cuore riposato, il nostro sogno realizzato. Amen

IMPEGNO: Relazionarsi vuol dire sentire, ascoltare l’altro, cercare di capire chi è, cosa gli piace, cosa desidera. Cercherò,con l’aiuto di Dio, di crescere in tutti questi aspetti.