foto1
foto1
foto1
foto1
foto1

Liturgia della Parola

a cura di Padre Francesco Sansone

LITURGIA DELLA PAROLA I° DOMENICA DI QUARESIMA

Preghiare iniziale:Signore Gesù, anche noi siamo invitati ad entrare e rimanere per un po’ di tempo in questo deserto. Non vogliamo affrontarlo da soli perché non diventi occasione di tentazione che può allontanarci da Te. Aiutaci ad entrarci e Rimanere con Te, per imparare da Te lo Stile della preghiera, per gustare in Tua compagnia il Senso del Silenzio che apre e dispone all’Ascolto. Rimani con noi,perché il nostro deserto sia occasione x innamorarci di Te e giungere alla terra promessa, in cui siamo salvati. Liberaci dalla tentazione di chiuderci nel nostro egoismo e di pensare che possiamo risolvere questa quaresima solo con i soliti gesti di rinuncia, che poi a Pasqua abbandoniamo. Gesù,Figlio dell’Altissimo,desideriamo arrivare alla mèta riconfermando la nostra disponibilità ad Amare Dio e il prossimo come li ami Tu, con la forza dello Spirito che Tu ancora invii su di noi per renderci discepoli Tuoi, e figli del Padre. Amen

Il Vangelo di Marco comincia con una semplice affermazione: “Inizio del Vangelo di Gesù Cristo, Figlio di Dio”. Giovanni Battista, che aveva annunciato la sua venuta come imminente, battezzò Gesù nel Giordano e in quell’occasione lo Spirito diede testimonianza di Gesù. È il preludio all’inizio del ministero pubblico di nostro Signore. Il suo primo richiamo, che ci viene ripetuto questa domenica, è: “Convertitevi e credete al vangelo”. Egli comincia proprio da quello che era stato il punto centrale dell’insegnamento di Giovanni Battista.Il deserto è stato il luogo dell’innamoramento tra Dio e il popolo liberato dall’Egitto; tempo di scoperta e anche di tentazione; tempo di Scelta e di Decisioni. Per Gesù, il deserto diventa momento iniziale della sua missione. Nel deserto si prepara a realizzare la sua vocazione messianica, e sceglie di mettersi a totale servizio del Padre. Anche per noi la quaresima diventa “deserto” per scoprire e rinnovare l’Alleanza che Dio ci offre come Tesoro prezioso.

Prima lettura Gen 9,8-15Salmo 24

Seconda lettura1Pt 3,18-22VangeloMc 1,12-15

 

DOMANDE PER AIUTARE LA RIFLESSIONE:

  1. Inizia la Quaresima: Perché, ogni anno, la Chiesa c’invita a vivere questo cammino spirituale? Pensi che sia un percorso importante o inutile, dato che sei un credente?

  2. . .Gli angeli lo servivano”.Sono capace di riconoscere e sentire la tenerezza e la protezione di Dio nelle prove della vita?

  3. La Buona Novella che Gesù annuncia ha quattro punti:«Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; convertitevi e credete nel Vangelo». Cosa significano per te?

 

Invocazioni spontanee. . . . . . Padre nostro. . . . .

ORAZIONE FINALE

Signore,Tu ci chiami ogni giorno a lavorare nella tua vigna, cioè a vivere nella famiglia, nella scuola, nella parrocchia, nella città, in questo nostro mondo, per renderlo più umano, più fraterno, più accogliente per tutti.
Tu non hai preferito solo alcuni di noi, ma ci chiami tutti, indistintamente, anche chi è distratto e dimentica il Dono del Battesimo, chi crede più nel denaro e nel potere che nella generosità e nell'umiltà. Tu chiami i bambini, come chiami gli anziani, chiami chi già crede in Te, come chiami anche chi non Ti conosce. Tu sei un Padre buono che si fida del nostro lavoro e desideri che investiamo tutti i talenti che ci hai dato per rendere più bella la Tua vigna
purificandola da ciò che la rovina. Noi Ti promettiamo la nostra collaborazione,per questo Ti chiediamo di aiutarci a vivere in profondità questo cammino di Quaresima,affinchè il nostro cuore sia più Docile al Bene che Tu vuoi donarci e che anche noi vogliamo. Amen

IMPEGNO:Cercherò di mettere in pratica quello che ritengo necessario, per vivere in pienezza la Quaresima