foto1
foto1
foto1
foto1
foto1

Liturgia della Parola

a cura di Padre Francesco Sansone

LITURGIA DELLA PAROLA XXXIV DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO


Preghiera iniziale: Spirito di verità, inviatoci da Gesù per guidarci alla verità tutta intera, apri la nostra mente all'intelligenza delle Scritture. Tu che, scendendo su Maria di Nazaret, l'hai resa terra buona dove il Verbo di Dio ha potuto germinare, purifica i nostri cuori da tutto ciò che pone resistenza alla Parola. Fa' che impariamo come lei ad ascoltare con cuore buono e perfetto la Parola che Dio ci rivolge nella vita e nella Scrittura, per custodirla e produrre frutto con la nostra perseveranza. Amen


Nel vangelo di Matteo troviamo molti “discorsi” che si riferiscono al giudizio finale. Colui che non si limita a fare la volontà di Dio attraverso le parole non sarà condannato (Mt 7,21-27). Colui che non perdona non sarà perdonato (Mt 6,12-15; 1-35). Il Signore riconoscerà davanti a suo Padre nei cieli colui che si è dichiarato per lui davanti agli uomini (Mt 10,31-33). La via della salvezza è la porta stretta (Mt 7,13). Per seguire Gesù bisogna portare la propria croce e rinnegare se stessi. Colui che vuole salvare la propria vita la perderà (Mt 16,24-26). San Marco ci dice anche: Colui che crederà e sarà battezzato, sarà salvato. Colui che non crederà sarà condannato (Mc 16,15-16). Queste parole ci avvertono di non escludere dal resoconto finale la nostra risposta ai doni soprannaturali e alla rivelazione. Guarire le piaghe del mondo, eliminare le miserie e le ingiustizie, tutto questo fa parte integrante della nostra vita cristiana, ma noi non rendiamo un servizio all’umanità che nella misura in cui, seguendo il Cristo, liberiamo noi stessi e liberiamo gli altri dalla schiavitù del peccato. Allora solamente, il suo regno comincerà a diventare realtà.
Prima lettura Ez 34,11-12.15-17 Salmo 22
Seconda lettura 1Cor 15,20-26.28 Vangelo Mt 25,31-46

DOMANDE PER AIUTARE LA RIFLESSIONE:
1) “Andrò in cerca della pecora Perduta e ricondurrò all’ovile quella Smarrita, fascerò quella Ferita e curerò quella Malata. .”. Quali, di queste condizioni esistenziali, sei stato/a preso/a, per essere, poi, condotto/a nella Luce?
2) “. .Per mezzo di un uomo verrà anche la Risurrezione dei morti”.Credi veramente nella risurrezione dei morti?
3) Egli separerà gli uni dagli altri, come il pastore separa le pecore dalle capre, e porrà le pecore alla sua destra e le capre alla sinistra. Gesù ci avverte che su ogni uomo ci sarà un giudizio di salvezza o di condanna: Come vivi questo avvertimento di Gesù?
4) Chi sono i fratelli più piccoli con cui il Signore si identifica? Sono capace di vedere, amare e servire Gesù in loro?
Invocazioni spontanee . . . . . Padre nostro . . . . .
ORAZIONE FINALE
Signore Dio,Padre santo, Tu hai costituito Tuo Figlio Gesù Re e Giudice universale. Egli verrà alla fine dei tempi per giudicare tutte le nazioni. Egli viene a me ogni giorno in mille modi e mi chiede di accoglierlo. Lo incontro nella Parola e nel Pane spezzato. Ma lo incontro anche nei fratelli spezzati e sfigurati per la fame, l'oppressione, l'ingiustizia, la malattia...... Apri, ti supplico, il mio cuore a saperlo accogliere nell'oggi nella mia vita per essere da Te accolto nell'eternità del Tuo regno. Amen
IMPEGNO: Pregherò e offrirò sacrifici per la salvezza eterna di tutte le anime!